Curiosando tra i fossili

Curiosi di sapere di più sulla storia della pianura padana? Il museo paleontologico di Asti fa al caso vostro.

Avete mai pensato di vedere dal vivo un animale preistorico ad Asti? Volete scoprire qualcosa di più sugli animali che vivevano nei nostri territori?

Se siete degli studenti dai 14 anni in su, che vivono nell’astigiano, che frequentano le superiori e che studiano storia, questo è l’articolo che fa per voi! 

Il Museo paleontologico di Asti è il posto giusto dove soddisfare le vostre curiositàvi dàinfatti la possibilità di vedere i fossili di alcuni animali vissuti nel Piemonte preistorico.

All’interno del Museo potrete trovare varie tipologie di fossili marini, tra cui i resti di balene, delfini e molluschi.

La prima cosa che si nota appena si entra nel Museo è una grandissima riproduzione della bocca di un megalodonte di 18 metri di lunghezza e con 4 file di denti! 

Nella stanza seguente si trova anche una serie di teche in legno che illustrano il processo di fossilizzazione con relativi esempi come:conchiglie, bivalvi (cozze e vongole), gasteropodi (molluschi) e alcuni denti di squalo. In una delle teche viene illustrato il periodo in cui, nell’odierna Pianura Padana, si trovava il mare (Pliocene) e quando ha iniziato il suo ritiro (Cenozoico).

Il pezzo forte del Museo è la balena Tersilla.

Nel 1993 furono trovati alcuni resti resti di balena in un campo nelle Langhe, appartenente ad una contadina di nome Tersilla, da cui prese il nome il fossile. Dopo gli scavi iniziati nel 1995 e durati alcuni mesi, vennero fatte delle analisi sui resti e si scoprì che la balena Tersilla ha un’età compresa tra i 5.5 e i 3 milioni di anni. Questo piccolo aneddoto ci aiuta a capire meglio l’attività degli studiosi che si occupano dei resti preistorici.

“Il lavoro dei paleontologi è molto bello, ogni volta che si scoprono dei fossili si prova una sensazione indescrivibile, in due parole felicità e gioia” ha dichiarato il paleontologo che ha seguito gli scavi della balena Tersilla.

Sono stati scoperti anche dei resti anche di alcuni delfini dove scorre il Tanaro e l’unica balena italiana integra ad Agliano nel 1959,lunga 8 metri.

Insomma, all’interno del Museo paleontologico potete farvi un’idea di come si presentavano la Pianura Padana e l’Italia milioni di anni fa anche grazie a immagini e un acquario stupendo che mette in evidenza tutti i pesci e le piante marine che vivevano nel nostro mare.

Articolo di Meli

Il confine fra adorazione e fanatismo

Quando la passione per la musica, in particolare per un gruppo o un cantante, degenera ed incontra la violenza.


Tutti noi abbiamo un idolo o una persona di riferimento che ci ispira, ci influenza e che prendiamo come modello.

Durante la cogestione abbiamo rivolto ai partecipanti la domanda: “Noi ragazzi del Monti saremmo disposti a difendere un nostro idolo arrivando a bullizzare e ferire un nostro compagno?”. Da ciò è nato un sondaggio rigurdante i generi musicali più ascoltati all’interno del nostro Istituto.

A troneggiare sono i generi più conosciuti: pop, rock e rap, ma una buona maggioranza di ragazzi ascolta anche la trap.

Gli artisti più idolatrati tendono ad essere i più conosciuti come: Rihanna, Ed Sheeran e Ariana Grande, per coloro che preferiscono il pop; Eminem, Macklamore e , tornando in Italia, anche Ultimo, per chi preferisce il rap; tra i rocker della nostra scuola spiccano i Queen; per quanto riguarda i fan della trap sono usciti diversi nomi conosciuti come: Sfera Ebbasta, Vegas Jones e Achille Lauro, ma anche nomi meno famosi come NYT.


Le nostre ricerche hanno portato ad una risposta negativa alla nostra domanda: nessuno dei nostri compagni di scuola idolatra a tal punto una persona da arrivare ad atti di di bullismo verso altri.

Non tutto il mondo è paese, si sono verificati diversi casi di ragazzini morti suicidi a causa delle offese, nate da diatribe musicali, ricevute dai loro coetanei.

In Brasile, per esempio, una ragazza delle superiori, fan dei BTS (una nota band sudcoreana) è stata aggredita verbalmente e fisicamente da una sua compagna, fan degli EXO (un’altra band sudcorena). Durante lo scontro, alla vittima sono stati sottratti lo zaino e le felpe raffiguranti il logo della band. L’attacco è proseguito anche sui social network, dove venivano pubblicate le foto della ragazza con insulti scritti nelle didascalie. Questo clima di odio ha portato la fan dei BTS a togliersi la vita.


Questo è solo uno dei tanti casi, questo fenomeno, però, non si limita alla sfera musicale, succede oramai su ogni idea non corrispondente a quella dell’altro.

Forse noi ragazzi, futuri adulti, dovremmo imparare rispettare le idee degli altri se vogliamo che le nostre idee vengano a loro volta rispettate.

Articolo di Frenchy Vassarotti

Memoria: guida all’uso!

Vuoi eccellere alle interrogazioni, impressionando tutti e ricordando alla perfezione nomi, date ed eventi storici?

Bene, sappi che non accadrà mai ma, nonostante questa amara verità, fingi di crederci e leggi l’articolo che segue. Nel caso riuscissi nel tuo intento contattaci e regala anche a noi la chiave del tuo successo!

Il nostro cervello, durante lo studio, trasferisce le informazioni dalla memoria a breve termine alla memoria a lungo termine. Molte volte questo processo viene interrotto da altri pensieri, perciò in questo articolo vi elencherò i tre metodi migliori per allenare la memoria!

1- GIOCHI DI MEMORIA: Si possono utilizzare giochi da tavolo che allenino la memoria, oppure enigmi vari che si trovano su internet.

2- CREAZIONI DI IMMAGINI MENTALI: La capacità di rappresentarsi mentalmente i concetti tramite immagini.

3-RIPETERE TANTO, SEMPRE: Ripetete sempre, a un amico, al vostro cane, allo specchio… ripetete fino a quando l’amico non scapperà, il cane abbaierà e lo specchio si frantumerà. Allora, avrete la certezza di sapere alla perfezione tutto.

Articolo scritto da Kevin Tawadrous e rielaborato da Michela Lise

Dicono di noi

Letizia e Irene gestiscono il giornalino scolastico “Linkappucciato” in maniera molto professionale ed efficiente.

Ci hanno accolte calorosamente e la presentazione è stata minimale ma esplicata con molta chiarezza.

Il laboratorio presenta un arredamento scolastico (ma siamo al Monti!), ma pieno di colori che trasmettono allegria.

Pennarelli, fogli di giornali e si scrive!

Pezzo scritto da: Erika e Martina (5EA)

A new lab

Al Monti nuovo laboratorio di chimica e di biologia grazie al concorso “Mad for Science”

Sabato 24 ottobre è stato inaugurato il nuovo laboratorio di chimica e biologia del nostro Istituto, grazie ai fondi erogati dal concorso “Mad for Science” della compagnia DiaSorin per diffondere l’interesse verso le materie scientifiche.

L’edizione 2018, a cui hanno partecipato 37 licei piemontesi, è stata vinta da un team di nove studenti del Monti che ha partecipato con un progetto di analisi della quantità e dei tipi di micotossine presenti in alimenti di uso comune, come pasta, farina e frutta secca. Il progetto prevede anche la realizzazione di un database digitale che conservi risultati delle analisi di DNA e li condivida con gli altri studenti. Il premio, di 85.000 €, è stato destinato all’acquisto di attrezzature all’avanguardia per l’analisi del DNA, attraverso cui continuare e approfondire il progetto di ricerca.

All’inaugurazione del laboratorio, dotato delle più sofisticate strumentazioni, hanno partecipato i vertici della compagnia DiaSorin, la città di Asti nella veste del Sindaco e dell’Assessore all’Istruzione, la presidenza e moltissimi docenti, genitori e ragazzi.

La notizia però ha valicato i confini provinciali: ne hanno parlato testate nazionali, come La Stampa, e telegiornali. SkyTg24 ha addirittura preparato un servizio dal nostro Istituto, con tanto di intervista a studenti, docenti e preside.

Quindi, ragazzi, complimenti per l’impegno e la bravura!

Articolo e foto di Chiara Critelli

Project XM

A seguito degli spiacevoli eventi riguardanti la nostra succursale, il Consiglio d’Istituto, in collaborazione con Cubo Events, ha organizzato una serata di beneficenza presso il noto locale astigiano “Palco 19” in data 24 Novembre, al fine di raccogliere i fondi necessari per l’acquisto del materiale multimediale rubato.

La serata è suddivisa in due parti: la prima consiste in un apericena, “ApericenZa”,  offerto dal ristorante “Primis” e dedicato: ai Professori, alle famiglie ed ai ragazzi; l’altra parte, dedicata esclusivamente ai ragazzi, si ballerà sulle note di LM e Sc3am Ph4 Me.

Durante l’ApericenZa potrete trovare varie specialità, tra cui: insalata russa, vitello tonnato, insalata di carni bianche sedano e noci, flan di verdure con fonduta, pizza e focaccia, polenta e salsiccia. Per parteciparvi è necessario prenotare presso la segreteria della scuola, in sede. Il costo dell’apericena è di 18 euro e comincerà verso le 19:00.

La seconda parte dell’evento comincerà alle 22:00, il costo d’ingresso è di 15 euro (prevendita inclusa) con diritto ad una consumazione, se si è sprovvisti di prevendita, il costo è di 20 euro, anche in questo caso si ha diritto ad una consumazione.

Questa serata è aperta a chiunque voglia partecipare, indipendentemente dall’essere studenti del Monti.

Un sentito ringraziamento va a tutte le persone che si sono impegnate per rendere possibile questo evento, in particolare a Chiara Cerrato, Presidente del Consiglio d’Istituto.

Ringraziamo anche: Palco 19, Primis, Ivo Anselmo, Inter Wheel, Audi Zentrum Asti, Palestra Fox Trot, EQSG, Ag Generali Asti, Alfieri Moda Asti, KBC Center 2000, Elmeg, Rotary Club Asti, Banca di Asti, Bosca Spumanti, Gioielli Asti e Team Service Asti.

All’interno del nostro Istituto sono state promosse altre iniziative, sempre per l’acquisto del materiale multimediale sottratto, come ad esempio la vendita dei nuovi braccialetti, aperta per tutto il resto dell’anno scolastico (costo 2 euro).

Con i ricavati della serata-evento al Palco 19 e dei braccialetti, la nostra scuola non solo potrà riacquistare il materiale, ma anche dimostrare quanto sia preziosa la cooperazione fra più persone: solamente restando uniti le cose si possono cambiare.

“Non curare la scuola è come dimenticare di annaffiare l’orto o di rifare il letto, è una forma di sciatteria depressiva, un torto che si fa al presente e un sabotaggio in piena regola del futuro.”
(Michele Serra)

 

Articolo di Letizia Pollano

Le sorprese di novembre

Bentornati care e cari studenti, siamo giunti a novembre e ci stiamo avviciando alle tanto attese vacanze natalizie. La nostra nuova rubrica astrologica continua, questo mese è dedicato ai ragazzi dello scientifico. Buona fortuna!

Ariete: non disperare, c’è sicuramente un qualche pianeta in un angolo sperduto dell’universo che con la sua aura benefica ti aiuterà per queste settimane da incubo, tu non perdere la speranza
Toro: non gasarti che matematica non va sempre così bene, sono certa che c’è una prova di filosofia dietro l’angolo pronta a farti impazzire
Cancro:prova a staccarti un po’ dai quei libri, sono sicura che fuori dalla tua camera ci sia un fantastico mondo che ti aspetta… magari hai ancora una vita sociale!
Leone: l’universo crede in te, non farti spaventare dal mare di prove e interrogazioni, sei pronto per tutto orma
Vergine: non farti influenzare o manipolare dagli altri, rischi di non accorgerti che il tempo per te sta finendo mentre fai copiare la tua prova a tutta la classe!
Bilancia: è tempo di tirare fuori gli attributi e mettersi in gioco, basta indecisioni che il tempo per studiare 4 materie diverse in un giorno non è infinito, mi sa che ti conviene iniziare
Sagittario: stai aspettando le vacanze come si aspetta la nuova stagione della propria serie preferita, mancano ancora un po’ di giorni. Tieni duro!
Acquario: la tua vita sociale… Esiste! Nonostante la scuola! Come fai?! Qual è il trucco?! Insegnami maestro!!
Pesci: concentrati che le prove di matematica e fisica si stanno avvicinando inesorabilmente, sappiamo entrambi che non ti basta un pomeriggio per studiare il programma di un mese.

Articolo di Chiara Critelli

Una giornata allo scientifico

7:45 sono davanti alla scuola, fa freddo, troppo freddo.                 Quando aprono le porte?

8:00 sono riuscita ad entrare, devo superare due piani di scale, con gradini alti 10 metri, forse riesco a raggiungere la meta.

A metà del tragitto vengo investita da un aroma di croissant appena sfornati, la tentazione di scendere al bar è troppa, ma devo resistere.

Riesco ad arrivare in classe.

8:05 prima ora: Morfeo mi sta chiamando a sè, ma devo resistergli, c’è scienze. 

9:55 non si sa come, ma sono sopravvissuta alle due ore più lunghe che io abbia mai vissuto.

Ne mancano “solo” quattro.

11:00 finisce filosofia e abbiamo perso quattro valorosi soldati, li vedo, con lo sguardo perso nel vuoto che cercano di tenere gli occhi aperti con immensa difficoltà.

11:55 inglese e filosofia superate con non poca fatica. Un solo pensiero: pizza. Devo affrontare le scale: primo piano, piano terra, vengo investita da un fiume di persone, la pizza è ormai divenuta un miraggio. Ci rinuncio. Mi faccio coraggio e torno su, ad ogni gradino che faccio, la fame aumenta. Decido di fare un sosta alle macchinette del primo piano. Ad un certo un punto mi ricordo che c’è la verifica di fisica, improvvisamente il senso di vuoto allo stomaco scompare, ho un unico pensiero in mente: “DOV’È LA MIA CALCOLATRICE?!”. Corro per raggiungere la 5°, menomale, calcolatrice trovata, ora devo “solo” superare la prova di fisica.

13:10 finita! Se così si può dire, più che fisica sembrava una tecnica di tortura psicologica per studenti.

Dopo aver brillantemente superato il test psicologico per arruolarmi nei marines, la giornata migliora: ancora un’ora di storia e poi sono libera di tornare alla base.

13:50 finalmente sento il dolce suono della campanella. Mi immergo nella marea di studenti intenti ad uscire e finalmente sono fuori. Vorrei solo andare a casa a dormire… ah no, devo studiare, ovviamente.

Non sono pronta a un’altra giornata così domani.

Ci penserò più tardi, il mio unico pensiero è raggiungere il divano e collassare davanti ad un film!

 

Articolo di Chiara Critelli

Le (s)fortune di ottobre

Primo ottobre duemiladiciotto.

Tra le tante novità di quest’anno ci sarà anche una nuova rubrica astrologica. Questo mese è dedicato a tutte le studentesse e a tutti gli studenti di scienze umane, buona lettura!

Ariete: Attenzione latino è sempre in agguato.
Toro: Ti scorderai molte volte di fare i compiti.
Gemelli: Secondo un qualsiasi articolo della costituzione, che ovviamente avrai studiato in diritto, sei dichiarato in arresto per voti troppo alti.
Cancro: Ti rimarranno incastrati 20 centesimi alle macchinette.
Leone: Attenzione, rischierai di fare molti alti e bassi quest’anno
Vergine: Inizierai bene il mese: una versione di latino, una prova di scienze umane, italiano e matematica.
Bilancia: Devi uscire dalla classe perché stai morendo ridendo alla tua battuta.
Scorpione: Mai pensato alle scienze applicate o all’economico?
Sagittario: Rimanderai lo studio per la verifica di scienze umane fino al giorno prima.
Capricorno: Filosofia diventerà la tua nuova materia preferita.
Acquario: Bravo! La prova di matematica questa volta è andata meglio delle altre volte… il tre ti alzerà la media.
Pesci: Tutto okay come al solito.

Articolo di Frenchy Vassarotti

Intro della redazione

Il miraggio degli annuari

Oggi parliamo di annuari, ci sono state molte discussioni a riguardo soprattutto per i difetti che hanno e per il ritardo nella consegna.
Di solito vengono consegnati negli ultimi giorni di scuola ma l’anno scorso, per numerosi problemi, sono stati consegnati soltanto durante la prima settimana di scuola e hanno deluso un po’.
Il primo problema è la copertina con un’immagine a mio parere molto bella ma stampata male, già aprendolo si vede che la prima pagina è stata parzialmente sostituita da un adesivo dato che gli indirizzi erano stati scritti incorrettamente e iniziando a sfogliarlo si può notare che le foto sono molto sgranate.
Il rappresentante d’istituto Giuseppe Mastroianni ci spiega cosa è successo:
sono state scartate molte aziende che avrebbero fatto l’annuario per non farlo arrivare in ritardo e ne hanno proposte alla presidenza due che a parità di prezzo proponevano entrambe un ottimo prodotto.
Nel momento in cui l’azienda scelta ha portato il prototipo non c’era il problema degli indirizzi in prima pagina e le foto non erano sgranate. I rappresentanti hanno proposto solo alcune modifiche di impaginazione delle foto mentre la presidenza ha notato maggiori problemi di foto con caratteristiche non adeguate a un annuario scolastico (in termini di abbigliamento ad esempio) quindi è stata tirata un po’ per le lunghe ma si era ancora in tempo.
Per poter iniziare a stampare, l’azienda aveva bisogno di un anticipo del costo totale che ha tardato molto ad arrivare. A causa di questo ritardo nel pagamento gli annuari non sono andati in stampa in tempo per essere finiti prima dell’estate.
I problemi estetici invece sono stati causati dell’azienda, la proposta iniziale è stata di farli ristampare da capo ma la presidenza ha deciso di tenerli cosí e di stampare un’etichetta per correggere i nomi sbagliati degli indirizzi.
L’azienda però, dopo questo flop, si è proposta per produrre i braccialetti del monti. Erano già stati proposti 5 anni fa: bracciali di gomma con il nome del nostro istituto sopra.
Ne verranno prodotti circa 600 e avranno un costo piuttosto basso. Non solo io li trovo molto carini, ma il ricavato dei braccialetti andrà a contribuire per l’aquisto dei materiali rubati in succursale.
Quindi prendeteli tutti!

Articolo di Chiara Critelli