• linkappucciato@gmail.com

Mantieni la calma e passami la palla

Mantieni la calma e passami la palla

Per il primo articolo della nostra nuova rubrica dedicata allo sport, abbiamo deciso di intervistare Andrea Poletto, uno degli organizzatori del torneo di calcetto di quest’anno.

1- Posso sapere il perché delle due donne obbligatorie nella squadra?
Questo è il primo anno che organizziamo il torneo tra classi e questa regola è per equilibrare le squadre, non è giusto che noi dello scientifico arriviamo con una squadra completamente maschile contro una classe in cui c’è magari solo un maschio, e poi essendo che il monti è una scuola prettamente femminile diamo l’opportunità alle ragazze di giocare
2- Allora perché non fare squadre solo maschili e solo femminili per poi dividerli in due tornei a sé?
Per poter fare partite tra più indirizzi e così chi è più sportivo può coinvolgere i sui compagni, per esempio noi nella nostra classe abbia coinvolto le ragazze.
3- Insieme a te quali altri professori e ragazzi si occupano dell’oraganizzazione?
Insieme a me ci sono: Inti Sartoretto, il rappresentante di istituto, e in generale tutti i professori di scienze motorie, in particolar modo il prof. Mutton e il prof. Corso.
4- Dove si svolgeranno queste partite?
Il martedì e il mercoledì al palazzetto, il torneo è iniziato martedì quattordici novembre alle 14.30.
5- Sarà possibile, per noi del giornalino e per gli altri studenti, venire a vedere le partite?
Assolutamente si.
6-Per il vincitore ci sarà una ricompensa o si gioca solo per il gusto di vincere?
Questo è ancora da decidere, in ogni caso si gioca per onore e gloria (scherza).
7-A quanto pare le diverse squadre si dovranno fare le divise autonomamente, come mai questa scelta? Mancanza di fondi?
In realtà noi daremmo le casacche, io al momento ho quattordici squadre, circa, iscritte e ciò comporterebbe l’acquisto di troppe maglie.

Non ci resta che augurare buona fortuna a tutte le squadre e che vinca la migliore!

Frenchy Vassarotti

linkappucciato

Invia il messaggio