Atelier scientifico

Il 5 aprile c’è stata l’inaugurazione dell’atelier d’istituto chiamato “Epystemopolis”, cioè città della scienza.
Questo spazio prima era occupato dal laboratorio di arte e psicologia, ma a luglio è iniziata la sua risistemazione: sono stati dipinti i muri, rifatti i pavimenti, il piccolo giardino esterno è stato sistemato con anche l’aiuto di un genitore e gli arredamenti sono stati completamente rinnovati. Una quindicina di studenti e due insegnanti (Paola Lombardi e Simona Russo) hanno lavorato duramente per ottenere questi risultati, dimostrandosi poi contenti di aver fatto parte di questo interessante e utile progetto.
Il tema di questo Atelier è il buio trattato non solo dal punto di vista scientifico, ma anche dal punto di vista umanistico. Ognuno degli ambienti lo interpreta e lo spiega in modo diverso: viene esaminata la contrapposizione buio/luce, le emozioni e le paure del buio, i riti di iniziazione della notte, i miti, il buio dal punto di vista della biologia, delle scienze naturali e dell’ecologia, l’astronomia e la percezione del buio.
In più sono stati installati un tavolo interattivo, al fine di far interagire i bambini con gli argomenti trattati, perché provino a capire e ad interessarsi; un monitor e un proiettore per mostrare un’introduzione con i temi e la storia a partire dal Big Bang, il viaggio fino alla nascita dell’uomo, il viaggio sulla luna…
L’intero progetto è stato finanziato con fondi di diverse associazioni, come la provincia, l’Anffas, la Biblioteca Astense, la casa circondariale, il Fab Lab e la Fondazione Cassa di Risparmio, che ha investito dopo la vittoria di questo progetto ad un concorso.
Gli obbiettivi sono chiari. Grazie a un progetto di asl (alternanza scuola lavoro) in collaborazione con la Biblioteca Astense e “Scienza sotto i campanili”, gruppi di studenti del Monti e del Vercelli terranno lezioni di scienze a bambini e ragazzi a partire dai 6 anni fino ai 14 anni, gli argomenti sono i più diversi: ci sono gruppi concentrati su luce, aria, acqua o fuoco, altri con argomenti più complessi come la pressione e ancora gruppi senza un tema definito ma con esperimenti semplici e spettacolari per far appassionare i bambini alla scienza.
Hanno aderito a questo progetto circa 16 scuole tra elementari e medie dimostrando l’interesse per questo nuovo tipo di attività.
Si sta già preparando un progetto per l’estate per accogliere in diverse mattinate centri estivi da tutta Asti con ragazzi della scuola primaria e secondaria di primo grado. Sarà anche aperto a singoli ragazzi su richiesta dei genitori. Questo laboratorio sarà disponibile per tre settimane (25-29 giugno, 2-6 luglio, 9-13 luglio), ci sarà un’apertura fissa il giovedí pomeriggio ed è tutte le mattine e i pomeriggi su prenotazione. Insegnanti dell’istituto e studenti del triennio si occuperanno di questa attività estiva, che verrà strutturata con diverse attività interessanti e divertenti
Per maggiori informazioni potete andare sul sito appena creato di cui presto verrà messo il link sul nostro sito della nostra scuola oppure per il momento collegarvi direttamente con questo link: https://sites.google.com/site/epystemopolis/

Articolo e foto di Chiara Critelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *