• linkappucciato@gmail.com

Elezioni 2020

Elezioni 2020

Le elezioni sono alle porte e quest’anno vi proponiamo un’intervista a coloro che si sono candidati per essere rappresentati d’istituto del liceo Augusto Monti.
Vari problemi e disguidi hanno portato ad una posticipazione del giorno dell’elezioni, ma nonostante ciò siamo fieri di presentarvi le tre liste dell’anno 2020.
Lista 1:
Perché avete deciso di candidarvi?
Anastasia Carpignano: “Per due anni ho rappresentato la mia classe, quest’anno ho voluto espandere i miei orizzonti e rappresentare invece la scuola, per poter dare voce agli alunni e farli diventare i protagonisti della scuola!
Nutro una grande passione per il nostro istituto, voglio sviluppare una visione analitica e migliorare tutto ciò che è possibile!
Purtroppo sotto alcuni punti di vista la collettività del monti si è allontanato troppo da tutti noi, è arrivato il momento di riapprpriarcene e di portarla a livelli superiori.”
Letizia Lodin: “Io mi sono proposta perché mi è stato chiesto prima di aggiungermi alla lista. Dopo un primo momento dove non trovavo un grande interesse, mi sono ritrovata a desiderare di poter fare un’esperienza che può aiutare la scuola ed esseremi utile per la mia esperienza di vita, dato che io sono una persona che prende molto seriamente l’organizzazione.”
Elisabetta Dezzani: “Ho deciso di candidarmi perché in questi anni ho potuto notare che molto spesso mancavano la comunicazione e la collaborazione all’interno dell’istituto. Il mio intento è di far si che ciò non capiti più e che ognuno degli studenti si senta parte fondamentale della scuola. Se venissi eletta,vorrei essere non solo un portavoce per le persone che frequentano il monti, ma anche un punto di riferimento per loro in caso di qualsiasi necessità.”
Heidi Berxulli: “Io mi sono candidata perché vorrei comprendere cosa significa prendere a carico gli interessi comuni di un gruppo di persone così ampio. Tante volte mi è sembrato di non far parte delle decisioni che venivano prese al Monti e non voglio che ciò vada avanti, ecco perché su tutti i punti accettiamo idee e consigli dagli studenti, perché ognuna di noi vorrebbe che tutti si sentissero importanti all’interno della scuola e che tutti capissero di far parte di un gruppo scolastico unito.”
•Cosa ne pensate dei vostri avversari?
“Pensiamo che alcune delle idee delle altre liste siano valide, e che debbano essere portate avanti a prescindere da chi sarà eletto.
Punto principale della vostra lista?
“La comunicazione è la parola chiave della nostra lista, il nostro obbiettivo è quello di creare maggiore collettività e migliorare non solo il rapporto tra allievo e rappresentante ma anche favorire le iniziative che nascono all’interno della scuola. Inoltre il nostro progetto principale è quello del teatro autogestito, che permetterà a tutti gli studenti di scoprire una grande forza interiore, abbattendo così le alte mura della timidezza.”
Perché le persone dovrebbero votarvi?
“Noi pensiamo che gli studenti debbano votarci perché il nostro intento è quello di valorizzare le loro idee e le loro priorità. Vogliamo anche rispettare il volere degli studenti, prenderemo in considerazione ogni singolo consiglio ed idea.”
Lista 2:
Perché avete deciso di candidarvi?
“Inizialmente non eravamo sicuri di candidarci, ma sotto la spinta dei vecchi rappresentanti ci siamo incontrati e, avendone parlato meglio, ci siamo convinti e rassicurati l’un l’altro. Abbiamo capito quanto davvero teniamo alla nostra scuola e quanto ci piacerebbe rappresentarla mettendo in atto le nostre idee per migliorarla.”
Cosa ne pensate dei vostri avversari?
“Le proposte dei nostri avversari ci piacciono molto, inoltre pensiamo che siano persone qualificate e se mai ci dovessimo trovare a lavorare con loro sappiamo che ne uscirebbe sicuramente qualcosa di bello.”
Descrivi i punti della lista.
“Essendo un’ “ambienta-lista”, i nostri punti fondamentali sensibilizzano gli studenti sui problemi ambientali, molto discussi nell’ultimo anno, ma per i quali la nostra scuola ha eseguito pochi cambiamenti.
Questi punti sono:
-Gli erogatori, le borracce e i posacenere.
Degli erogatori e delle borracce abbiamo discusso molto con gli ex rappresentanti, infatti ne hanno già discusso con il preside che si è già messo all’opera contattando le varie ditte.
-Posacenere all’ingresso della succursale
-Aggiunta di specchi, non solo per vanità ma soprattutto perché in questi anni abbiamo capito la necessità di averne almeno uno (pensiamo agli incidenti che possono capitare quotidianamente magari sporcandosi o ancora di più se pensiamo alle problematiche che hanno gli studenti con le lenti a contatto).
-Gruppi studio, già proposti l’anno precedente, ma l’idea non è riuscita ad essere realizzata a causa di scarsa partecipazione, vorremo quindi riproporla.
-Gruppo di whatsapp con i rappresentanti di ogni classe
-Mercatino del monti, la compravendita di libri scolastici utilizzati all’interno della scuola, autogestito dagli studenti.
-Due giorni di cogestione, durante la quale integrare alcune attività con altre scuole.
-Aggiungerne qualche ballo scolastico durante l’anno, ovviamente più piccoli rispetto a quello di fine scuola.
-Borracce ed altri gadget
-Logo sui gadget, e decideremmo insieme agli studenti se mantenere quello dell’anno scorso oppure se cambiarlo facendolo disegnare da alcuni ragazzi.”
Lista 3:
Perché avete deciso di candidarvi?
Federico Annone: “Ho sempre desiderato fare il rappresentante d’Istituto, purtroppo a causa di impegni extrascolastici non ho mai avuto abbastanza tempo. Paradossalmente quest’anno nonostante io stia affrontando la 5ª, ho più tempo per dedicarmi a questa attività.”
Giacomo Aresca: “Anche a me l’idea di candidarmi come rappresentante d’Istituto è sempre piaciuta. L’anno prossimo affronterò un percorso con Intercultura che mi porterà lontano dall’Italia e quando Federico mi ha proposto di presentare una lista insieme a lui, non ho potuto che cogliere la palla al balzo.”
Cosa ne pensate dei vostri avversari?
“Preferiamo non esprimere un giudizio sugli altri candidati perché riteniamo non sia compito nostro farlo. Speriamo in ogni caso che siano eletti i più meritevoli tra i candidati.”
Punto principale della vostra lista?
“Nonostante siamo stati etichettati come “La lista degli assorbenti”, pensiamo che tutte le nostre proposte siano importanti allo stesso modo.”
Descrivi i punti della lista.
“I punti della nostra lista rispecchiano la nostra filosofia: “pochi ma buoni”. A nostro avviso è importante portare avanti le idee già funzionanti all’interno dell’Istituto, affiancandole con un paio di idee nuove che siano efficaci e semplici da realizzare. Reputiamo inoltre interessanti alcune proposte delle altre liste a tal punto che in caso di vittoria, saremmo felici di applicarle.”
Perché le persone dovrebbero votarvi?
“Gli studenti del Monti dovrebbero votarci perché siamo convinti di ciò che diciamo, di ciò che facciamo e siamo seri e credibili.”

Gloria Falletta

linkappucciato

Invia il messaggio